drk_cookie (drk_cookie) wrote,
drk_cookie
drk_cookie

  • Mood:
  • Music:

[Oceano mare] - Infrangersi

Titolo: Infrangersi
Fandom: Oceano mare
Coppia: Adams/Elisewin
Set: Beta @1frase (sfida multifandom - punto tre)
Rating: Giallo (più che altro per le età - vd "Note")
Set In Time: mmmhh... l'ambientazione del romanzo? Ok, direi che non è esattamente ai giorni nostri, mi ha sempre dato l'idea di essere tra l'800 e il 900. Perdono per questa imprecisione!
Note: Attenzione! La storia d'amore raccontata, tenedo presente quanto (poco) svelato esplicitamente nel romanzo, sembra essere tra un uomo/giovane adulto ed una ragazzina di sedici anni. Probabilmente, per quei tempi poteva essere anche una cosa sufficientemente normale ed accettata, quindi non dovrebbe destare troppo scandalo. Io vi ho avvisati comunque.
Disclaimer: I personaggi utilizzati, le ambientazioni e tutto il "contorno" non sono miei, ma appartengono ad Alessandro Baricco. Qualunque cattiva interpretazione e/o errore di giudizio è da imputarsi solo ed esclusivamente a me. Chiaramente, non c'è alcun guadagno in quello che scrivo.



23 - Costa

La costa, lambita languidamente dalle onde, la portò erroneamente a pensare: sto per morire, il mare mi ucciderà.

 

36 - Gravità

Fin dal primo momento, una strana forza di gravità del tutto personalizzata sembrava attirarli l'uno verso l'altra.

 

12 - Occhio

Padre Pluche aveva ragione: Adams aveva lo sguardo di un animale in caccia; eppure Elisewin nei suoi occhi ci lesse qualcos'altro, qualcosa che la spinse ad avvicinarsi a lui.

 

19 - Controllo

Era sempre controllato Adams, occhi seri, poche parole, nessuno sapeva nulla di lui; ma, chissà come, Elisewin riuscì ad incrinare l'armatura che si era costruito intorno.

 

27 - Telefono

Le voci su di lui - sussurrate dai bambini, da Bartlelboom, da Padre Pluche - si rincorrevano come nel gioco del telegrafo senza fili e giungevano a lei confuse e sempre diverse; ma Elisewin non si lasciava toccare: in un modo strano ed inspiegabile, lei sapeva la verità su di lui.

 

49 - Solitudine

Nonostante il Barone, Padre Pluche e le varie persone che abitavano il castello, Elisewin si era sentita spesso sola; ma poi, ironicamente, in quel luogo che era l'epitome della solitudine, incontrò Adams, e la solitudine dell'uomo colmò la sua, annullandola.

 

15 - Gabbiano

"Padre Pluche, un gabbiano!", Elisewin non ne aveva mai visti; ma la voce maschile e profonda che le aveva sussurrato nella testa gabbiano non lasciava adito a dubbi.

 

21 - Sole

Sembrava una magia: Adams aveva fatto apparire il sole per disperdere i buffi ospiti della Locanda, ma soprattutto per evitare che Elisewin gli chiedesse cosa stesse aspettando.

 

22 - Brezza

Animi inquieti ed in attesa, i loro; fortunatamente, a far da cornice c'era il Vento del Nord, e non una semplice brezza senza forza e forma.

 

29 - Stile

Lo stile elegante e rassicurante del castello di Carewall poco assomigliava ad Adams, eppure...

 

14 - Folla

Tra i vari ospiti ed i ragazzini, ad Elisewin sembrava di trovarsi in mezzo ad una folla; nonostante ciò riusciva a percepire con precisione quando gli occhi di Adams si posavano - forse solo distrattamente, forse senza volerlo - sulla sua figura.

 

06 - Mondo

Venivano da mondi diversi ed opposti - lui, mille esperienze, mille Paesi visitati e lei, quasi prigioniera tra le mura del castello - eppure si incontrarono, si capirono e si riconobbero: magia.

 

07 - Finestra

Tutti intenti a guardare fuori dall'enorme finestra non si accorsero dell'ingresso in sala di Adams; solo Elisewin percepì la sua presenza che le regalò un brivido lungo la schiena.

 

31 - Bacio

Lei, sempre così timorosa e delicata, trovò il coraggio che sapeva di avere - lo aveva confessato anche al dottor Atterdel - e, avvicinandosi ad Adams, lo baciò.

 

11 - Sbaglio

Era uno sbaglio, lo sapevano entrambi, ma, entrambi, furono più che felici di sbagliare.

 

05 - Confusione

Confusione a causa della tormenta, tutti gli ospiti della locanda a correre sulla spiaggia armati di lampade, mentre loro due, in silenzio, si trovavano.

 

04 - Pericolo

Le disse che non le avrebbe fatto del male e lei trovò la conferma nei suoi occhi da animale in caccia: non correva alcun pericolo.

 

38 - Lotta

Sembrava una lotta, quasi, tutto quel cercarsi e respingersi; ma era una lotta che valeva la pena di combattere.

 

03 - Felicità

Adams non poteva essere felice, non più; eppure fu un sentimento simile a sfiorarlo mentre accarezzava il corpo candido di Elisewin.

 

28 - Orizzonte

Sugli orizzonti che aveva incontrato in tutta la sua vita, Adams aveva visto di tutto; mai e poi mai, però, avrebbe potuto immaginarsi quella ragazzina dalla voce di velluto, ultimo orizzonte che valeva la pena di vivere.

 

24 - Città

Si ritrovò a pensare che per lei ci sarebbe stata soltanto una città assolutamente perfetta: Timbuktu.

 

20 - Pesce

Di fronte all'innocenza di Elisewin, Adams si sentiva come un pesce fuor d'acqua ed era assurdo, per un marinaio come lui. 

 

08 - Spazio

Poco spazio su quel divano del salone, ma, per scambiarsi vicendevolmente la vita, era più che sufficiente.

 

16 - Sogno

A tratti, poteva anche sembrare un sogno; ma, Adams, così esperto del mondo, sapeva bene che i sogni erano solo per chi il mare non lo conosceva affatto.

 

10 - Pace

Avvolto nelle sue braccia bianche e morbide lui trovò, anche se solo per un breve momento sospeso, la pace.

 

42 - Domani

Con Elisewin il domani, quel domani terribile che aspettava da anni, sembrava lontano ed oscuro.

 

02 - Sorriso

Dopo, gli regalò un sorriso, perché con lui - e grazie a lui- era rinata; Adams tenne per sé quel sorriso, considerandolo il più bel tesoro mai scoperto.

 

39 - Motore

Adams non avrebbe mai potuto prevedere che l'arenarsi dell'Alliance con conseguente fusione dei motori l'avrebbe portato a lei, la sua ultima destinazione.

 

46 - Reale

Finalmente non si sentiva più sparire; era diventata reale ed era solo grazie al suo Adams, caparbio animale in caccia dal cuore grande.

 

13 - Mare

Elisewin trovò il mare in lui che dal ventre del mare era tornato anni prima.

 

33 - Fantasma

Era stata per anni un fantasma; in modo abbastanza incredibile imparò a vivere in uno dei mondi più eterei ed irreali di tutti: la Locanda Almayer.

 

09 - Vista

Bevendo la vita di Adams, Elisewin vide mondi lontani, colori inimmaginabili, persone inaspettate: tutto l'universo che l'uomo aveva vissuto prima di lei.

 

32 - Mano

La sua mano era piccola ed inerme eppure, mentre stringeva quella enorme di Adams, sembrava quasi possedere la forza necessaria per convincerlo a cambiare idea.

 

45 - Volontà

Tutta la sua forza di volontà, ed anche quella di lui, non sarebbero comunque bastate a cambiare il destino che lui aveva già disegnato  e programmato.

 

26 - Bugia

Lei gli disse che se lui lo avesse voluto avrebbe potuto salvarsi, ma lo sapeva che non era altro che una bugia.

 

35 - Felino

Un felino in caccia; era così e sarebbe stata sempre così: neppure lei l'avrebbe guarito.

 

18 - Gelato

Si svegliò, sentendo che il freddo gli era penetrato nelle ossa: della candida Elisewin nessun traccia.

 

01 - Angelo

Alla locanda Almayer, miracolosamente sospesa tra terra e cielo, tra reale ed irreale, anche loro, alla fine, riuscirono a sentirsi un po' angeli.

 

17 - Libertà

Forse il suo ultimo gesto estremo e di vendetta l'aveva reso finalmente libero.

 

33 - Caduta

Quando il suo corpo senza vita venne gettato in una fossa comune, Elisewin, anche se lontana, lo sentì; e quel rumore sordo e terribile la paralizzò, gettandola nel panico nero ed ancora troppo familiare.

 

48 - Voce

La voce di Adams, così calma, sommessa e gentile, risuonava nella sua testa raccontandole - a mo' di fiaba incantata - tutte le storie meravigliose e segrete che aveva vissuto in vita.

 

50 - Cecità

Come un cieco che si muoveva d'istinto, Elisewin lasciava rifluire le storie di Adams come se avesse potuto viverle in prima persona.

 

44 - Paradiso

"Siamo stati in paradiso", Elisewin l'aveva confidato solo a Langlais, l'unico che avrebbe potuto capire fino in fondo senza ridere di lei.

 

34 - Volo

Volavano i gabbiani, anche le locande, a volte, le sussurrò nella testa una voce tanto amata e mai dimenticata; Elisewin sorrise.

 

25 - Casa

Casa, per Elisewin, sarebbe comunque sempre stata Carewall; era là che sarebbe tornata per cominciare a vivere davvero.

 

40 - Tornado

Era arrivata la notizia di un tornado in una città vicina: Elisewin pensò immediatamente alla notte lontana della tempesta e la malinconia, come marea, la sommerse.

 

30 - Malinconia

Era felice, finalmente, una donna adulta e completa; eppure non riusciva a fermare la stilettata di malinconia che la colpiva ogni volta che assisteva al sorgere del sole.

 

43 - Sangue

Non era mai più tornata al mare: aveva troppo paura di vedere sulla sabbia, qualunque sabbia di qualunque mare, quell'unico rivolo di sangue che aveva sancito la fine.

 

41 - Vecchiaia

Elisewin morì di vecchiaia, nel suo palazzo lontano perso nelle terre di Carewall, ma l'ultimo dei suoi pensieri fu per Adams e per la loro notte dal sapore di salsedine.

 

47 - Rosa

Come la rosa più delicata e rara lui l'aveva coltivata; e lei era sbocciata in tutto il suo splendore: viva.

 

Tags: character: adams, character: elisewin, community: 1frase, fandom: oceano mare, one-shot
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

    Your IP address will be recorded 

  • 5 comments