?

Log in

No account? Create an account
Farfalla+fiore

July 2017

S M T W T F S
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Tags

Powered by LiveJournal.com
Hero

[ER] - Ritorno - Capitolo 02

Buongiorno, amici cari. Ho fatto l'account a pagamento e quindi mi posso permettere un nuovo bellissimo layout (ci ho messo solo venti minuti a scegliero, direi che stiamo migliorando...)
Per festeggiare questo lieto avvenimento, immergiamoci nella depressione di Ritorno. Bello, no?

Buona lettura.

 

2.

 

 

La notte. Buia, silenziosa e persecutoria.

La notte è sempre la stessa, non cambia mai. La notte. E Vukovar.

Inclina la testa di lato, lo sguardo fisso davanti a sé, per cercare di vedere, come se non stesse già vedendo abbastanza.

Farsi del male. La cosa che da sempre gli riesce meglio.

 

***

Papà…”

Fantasma bianco sulla porta, piedi nudi, voce titubante

E’ buio… ho paura…”

Voce incrinata. Come resistere, come?

Sguardo comprensivo, sorriso accennato. Lei ha già vinto, ma ancora non lo sa. Non sa che vincerà sempre. Sempre, anche quando non ci sarà più niente da vincere. Sempre.

Vieni. piccola”

Piedini che corrono, lenzuola in movimento, tepore. La sua pelle candida.

***

 

Lungo sospiro. Si allontana dalla finestra. Camera d’albergo ordinaria, come le milioni che ha già visto, frequentato, abitato. Chissà cosa avrebbero da raccontare quelle camere. Chissà cosa racconterebbe quella di Vukovar. Denominatori comuni: tristezza e malinconia. Luoghi fatti per brevi permanenze, luoghi fatti per dimenticare. Camere. Alberghi. Monotonia.

Il telefono è come se lo aspetta: bianco, pesante, antiquato. Solito pensiero banale del quanto pagherà la telefonata. Accarezza la cornetta curva. Chiude gli occhi.

 

***

Ti posso chiamare?”

È una delle poche volte in cui lei gli chiede il permesso di fare qualcosa. Il suo cuore manca un battito.

Ti telefonerò io”, la voce gli trema: come può riuscire a dirle una cosa del genere? “Non preoccuparti”

Lei tocca la sua valigia aperta, come per lasciargli un suo ricordo. Si siede sul letto. Come può non preoccuparsi?

Luka…”

Sguardo smarrito, viso pallido, occhiaie. Come se qualcosa lo stesse divorando da dentro. D’improvviso, Vukovar.

Sospiro strozzato. La mano esausta che passa ancora su quegli occhi distrutti.

Ma cosa è stato?”

Sfugge la domanda, come sempre.

Tra mezz’ora devo andare”

Ti accompagno io”

Silenzio. Groppo in gola.

***

 

La nausea sale improvvisa. Corre in bagno. Si lascia cadere in ginocchio davanti alla tazza. Conati.

Poggia la testa contro la vasca, guardando il soffitto giallino. Sta tremando, il fisico esausto. Non dorme più.

Cos’è stato?

Perché?

Perché adesso?

Vukovar rimane muta e imperscrutabile. Lui si spegne a poco a poco.

 

Comments

Evviva l'account a pagamento!! L'avrei anch'io, peccato non usi LJ praticamente mai... <_< Per quanto riguarda la fic, scusami ma mi sono un po' persa... che succede? cosa fa lì e con chi è?? sorry e grazie. :)
Yay per l'account a pagamento!
Per la fiction: siamo al capitolo due; se vai indetro di qualche post trovi il capitolo uno. Se ti rimane un po' di confusione, don't worry: la storia è stata scritta per rendere confusi. È la mia mente perversa.
Se ti può aiutare (e vuoi fare felice la scrittrice) c'è una fiction "gemella" di questa: Attesa, scritta dal punto di vista di Abby. Finito il momento spam, e ringraziandoti perché mi hai letta, chiedo:
Ma tu non scrivi più? Il buon vecchio Dube ha una firma ma non ha più storie? È strano!
Mi piace questo stile secco ma intenso! Continua così!!!
Thanks!
(Ma ha le gambe nude l'omino dell'icon??)
Quanto mi piace questa storia! tutta la sofferenza di Luka condensata in frasi così brevi ed incisive che non puoi non trattenere il fiato perché ogni frase può essere l'ultima!
molto molto brava!
Quanto mi piacciono i tuoi commenti!
Mi piace quel "... ogni frase può essere l'ultima"
Grazie all'ennesima potenza.
Complimenti per l'account a pagamento anche se devo abituarmi alla nuova grafica e struttura...(che almeno per quel che riguarda le immagini, spero cambi presto)

Sto leggendo i post partendo dall'ultimo così,un po' di confusione ce l'ho anchio ma,le emozioni sono sempre le stesse...E' come se il mio cuore venisse stretto in una morsa ad ogni frase!

Posso andare a Vukovar e stringere tra le mie braccia Luka?!? Certo, non sono Abby e a lui non farebbe alcun effetto ma, io mi sentirei meglio!!!
Dai, non leggere i capitoli partendo dall'ultimo... già 'sta storia è un casino, ti fai solo del male così. :)
Certo che puoi andare a Vukovar, porta anche me, però.
Grazie per aver commentato.