?

Log in

No account? Create an account
Farfalla+fiore

July 2017

S M T W T F S
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Tags

Powered by LiveJournal.com
destini

[ER] - Destini Incrociati 2 - Capitolo 34: Casa di Luka

Buona lettura sdolcinata!

 

CASA DI LUKA

Will you be my shoulder when I’m grey and older?

Promise me tomorrow starts with you”

High, J. Blunt

 

Lo sguardo leggermente sorpreso di Luka la fece sorridere: “Abby? Ma non dovevamo vederci tra…”, sguardo veloce all’orologio, “… un paio d’ore?”

Perché, ti dispiace?”

Lui arrossì, imbarazzato: “No, no, mi fa piacere. Entra”

Lei gli passò accanto, sospirando. Ormai lo conosceva bene e sapeva che c’era qualcosa sotto: “Luka, è tutto ok?”

Lui la fissò, fingendo di cadere dalle nuvole: “Sì, perché?”

Dai, cosa mi nascondi? Mi sembri così, così… misterioso. Più del solito, voglio dire”

Lui fece un respiro profondo e la guardò di nuovo: “Hai ragione. È che… che dovevo dirti una cosa, una cosa importante, e mi serviva ancora un po’ di tempo per mettere a punto il discorso e…”

Lei lo interruppe. Era troppo nervosa: “Anch’io devo dirti una cosa”

Cioè?”, non gli era piaciuto troppo il tono che aveva usato. Aveva la voce di qualcuno che non sapeva se essere felice.

Abby gli prese le mani, trattenne il fiato e, guardandolo dritto negli occhi: “Avremo un bambino”

Luka impallidì e mosse le labbra senza riuscire ad emettere alcun suono. Lei temette che lui non respirasse più. Gli strinse un po’ le mani - erano gelide - e studiò quasi incantata il modo in cui i suoi occhi si spalancavano sempre di più. Passarono dei secondi interminabili. E dimmi qualcosa.

* “Cosa? Un… un bambino? Ma…” *

Luka, in inglese”, lei gli stava sorridendo. Certamente la notizia lo aveva sconvolto quanto aveva sconvolto lei.

Lui chiuse un attimo gli occhi, sospirando; quando li riaprì aveva ripreso un po’ di colore. Le sorrise: “Certo, questa notizia batte di sicuro la mia proposta di convivenza…”

Mi avresti chiesto di vivere insieme?”

Sì, ma adesso non è importante”, la trascinò sul divano e le mise un braccio intorno alle spalle. La guardò: “Come ti senti?”

Lei notò che era serio, ma i suoi occhi tradivano la gioia che provava. Si sentì meglio: “Sto bene”

Lui non sembrava troppo sicuro: “Davvero?”

Lei gli sorrise ancora, un sorriso pieno e sincero: “Davvero”, piccola pausa, “sono felice, Luka”

Lui la guardò ancora. Lo sentì tremare: sapeva cosa stava per chiederle: “Sei sicura che, che… hai pensato di…”, non riusciva nemmeno a dirlo.

Lei gli spostò una ciocca di capelli dagli occhi: “Lu’, ho amato questo bambino dal momento che ho saputo che c’era. Lo voglio. Penso che ce lo meritiamo, no?”

Finalmente lui le credette. Scoppiò a ridere e appoggiò la testa sulla spalla di lei. Abby lo sentiva sussultare e capì che stava anche piangendo. Pensò che non era del tutto normale, ma era proprio per quello che lo amava così tanto.

Dopo un po’ Luka la guardò: “Ti amo. Amo entrambi così tanto”

Lei gli sorrise: “Vengo volentieri a vivere con te”

Lui la guardò e poi si chinò in avanti per baciarla. Quando si ritrasse, aveva una luce maliziosa negli occhi: “Conosco un modo meraviglioso per festeggiare la convivenza e il bambino…”

Si alzò e le tese la mano. Lei la prese senza esitazione e senza smettere di sorridere: “Sono proprio curiosa di vedere qual è…”



---
6 agosto 2010: La sposa era davvero bellissima. Tanti auguri, Alice e Matteo! Buon viaggio!

Comments

Ciao...
Oggi non mi limiterò a poche frasi di apprezzamento come faccio quasi sempre perchè ci sono cose che mi sono piaciute altre meno anche se la storia nel complesso è magica come sempre.Pronta alle critiche?
Allora...

Prima di tutto...La frase tra gli asterischi "Cosa? Un bambino?" dovrebbe essere tradotta "Što? Dijete?" (credo)perchè non hai messo la spiegazione al fondo ( e cioè che aveva parlato in croato e quindi Abby non poteva capire cosa diceva (o c'era ed io non l'ho vista?).

La frase "Questa notizia batte la mia proposta di convivenza" Mi sembra un po' troppo la copia di "Il tuo regalo batte senzaltro il mio" che ben conosciamo dalla puntata della vigilia di natale in cui c'è lo scambio dei regali e la successiva rivelazione della gravidanza.

Abby mi è sembrata troppo diretta nel dare la notizia...Tutta questa sicurezza da parte sua mi sembra strana.

Mi è piaciuta molto la descrizione di come Luka abbia reagito nel sapere che lei aspettava il loro bambino...rideva e piangeva allo stesso tempo scosso da sussulti...(la notizia che ti provoca una gioia così forte da farti piangere).Lui è così...prova emozioni forti!!!

Immagino che la domanda di Luka "Sei sicura che,che...hai pensato di..." si riferisca al fatto che Abby possa aver pensato all'aborto ma,lei mi sembra di capire non l'ha fatto e, non riesco a credere che non abbia avuto dubbi nel momento in cui ha scoperto di essere incinta.Ok, è il figlio di Luka e, chi non vorrebbe un figlio suo ma, tutti i suoi timori? Non essere una buona madre, poter avere un figlio malato ecc...dove sono finiti? Lo so che questa è un'altra Abby e quindi puoi farla reagire come meglio credi ma...troppo diversa...No, non ce la vedo!

Naturalmente sappiamo tutti come hanno festeggiato.

Aspetto il continuo...
Lo so, la storia è abbastanza debole e con buchi vari... ma, lo dico sempre, è la prima lunga che ho scritto, i personaggi non erano ancora "miei" fino in fondo, ed anche oggi faccio fatica a scrivere di/su Abby. Dovrei riscrivere tutto da zero, cosa che, sinceramente, non voglio fare, perché trovo che "Destini" vada bene anche così, un po' ingenua e sempliciotta, mi ricorda i miei anni perduti (lacrimuccia).
Comunque grazie per il commento lungo, mi fa piacere sapere che pensi.
E, a breve (cioè dopo il caffè che sto per bere), metto un altro capitolo, perché voglio finire di postare prima di Novigrad.

Potessi festeggiare anche io con Luka... ;)
E' un peccato che tu non abbia voglia di fare delle modifiche perchè so che renderesti la storia perfetta.
Comunque va bene anche così! Vado a vedere se hai postato materiale nuovo.
Videmo se!
Angela#1