?

Log in

No account? Create an account
Farfalla+fiore

July 2017

S M T W T F S
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Tags

Powered by LiveJournal.com
destini

[ER] - Destini Incrociati 2 - Capitolo 5: Abby

Domenica si sposa una mia collega. Oggi ero alla ricerca di un paio di calze eleganti e leggere. La commessa, quando le ho chiesto informazioni, ha spalancato gli occhioni, esclamando: "Ti sposi? Auguri!"
Poi ha visto la mia faccia, che non era esattamente quella della futura sposina innamorata. E' stata un fulmine nel cominciare a disquisire di calze...

 

ABBY

Where would this lead us?

I’m scared of the storm

The outsiders are gathering

A new day is born”

A New Day Is Born, C. Dion

 

Abby accelerò il passo avvicinandosi alla stazione della metropolitana. Sono in ritardo. Se solo avessi preso la macchina… Solo che quella mattina Luka le aveva chiesto se poteva prestargliela, una volta sola per favore, doveva fare parecchia strada e non c’era altro mezzo pubblico per arrivarci, e lei in meno di due secondi aveva ceduto. Non riuscirò mai a dirgli di no. Scalerei l’Everest se me lo chiedesse.

Fortunatamente il treno non era ancora partito e lei sperò di riuscire ad arrivare in orario. Sul vagone, il caldo era insopportabile e l’aria già irrespirabile. Sembrava di stare in un girone dantesco. Alla sua fermata si fiondò in strada, cercando di allontanarsi da quella bolgia pulsante, ma si rese conto che all’aria aperta non si stava poi meglio. Per la centesima volta maledì il clima di Chicago che non conosceva mezze misure.

Entrò in Pronto Soccorso e un sorriso si formò istantaneamente sulle sue labbra: aria condizionata!

Saluto velocemente ed andò a cambiarsi. Si infilò il camice, cosciente di non sentirsi del tutto a proprio agio e allungò le mani per prendere lo stetoscopio, ma… orrore, lo aveva dimenticato. Si guardò attorno, pensando rapida ad una soluzione quando l’armadietto di Luka le si materializzò davanti. Ma certo! Si avvicinò con circospezione, dopotutto stava pur sempre violando la privacy di qualcuno, e lo aprì. Sapeva benissimo qual era la combinazione. Ma si è trasferito qui? Dentro, il camice, tre camicie, una cravatta, un paio di scarpe, un maglione, un profumo, un pettine, un pacchetto di biscotti, caramelle, una confezione di aspirine, una boccetta di chinino, due libri, qualche CD, un rasoio elettrico, spazzolino e dentifricio e, finalmente, lo stetoscopio. Alleluia! Mentre stava per chiudere lo sportello, notò un’altra cosa: una fotografia. Loro due, al matrimonio di Carter, mentre ballavano. Abby la sfiorò con le dita e sorrise. Adesso sì che era pronta a cominciare la giornata.

A metà turno era distrutta e, considerando che la calma sembrava essere tornata, pensò di prendersi una pausa. Entrò in salottino e si sdraiò sul divano. Stava per considerare l’idea di una bella tazza di caffè, quando Sam, Chuny e Randy aprirono la porta ridendo. Abby non si mosse ed ascoltò.

“E così stanno di nuovo insieme”

“Sì, ma non so per quanto”

“E poi lo sappiamo che è solo una storia di sesso…”

Abby sentì la rabbia crescere. Si alzò e le squadrò. Mantenendo un tono glaciale commentò: “Già, potrebbe essere vero. Ma quanto mi piacerebbe essere al mio posto, eh?”, ed uscì, lasciando le tre sbigottite.

Aveva bisogno d’aria. Andò nel Parcheggio Ambulanze. Si sedette sulla “loro” panchina e rifletté. È davvero così? No, lui mi ama, ne sono sicura. Allora, perché mi lascio influenzare? Sono solo invidiose… Fu distratta dal trillo del cellulare.

“Pronto?”

“Ciao!” Luka la salutò con entusiasmo.

“Oh, ciao”

“Stai bene?”

“Sì… non proprio. Ho appena sentito qualcosa di poco carino su di noi”

Dall’altra parte, silenzio.

“Lu’?”

“Mi piace quando mi chiami così… tu ci hai creduto?”

“No” Era sincera.

“Vuoi che venga lì?”

“No!” Lei scoppiò a ridere. “Sto già meglio. Mi fa bene parlare con te”

“Me lo auguro”, anche lui rideva, “Ci vediamo stasera?”

“Certo. Pizza?”

“Andata. Buon lavoro”, e riattaccò.

Abby sospirò e guardò il cielo. Che stupida che sono…



Comments

Che da solo Quella mattina Luka le Aveva chiesto se POTEVA prestargliela, Una Volta Sola per favore, parecchia strada doveva fare e non C'era altro mezzo pubblico per arrivarci, e lei in meno a causa di secondi Aveva ceduto.

"E così Stanno di nuovo insieme"

"Sì, ma non tanto per Quanto"

"E poi lo sappiamo Che è solo una storia di sesso ..
Questo è ciò che ho letto aprendo il tuo journal con Internet explorer così sono passata a Firefox ed ho potuto leggere la versione esatta...ma solo a me Explorer fa questo scherzetto?

Comunque...parlando del tuo post...
All'inizio l'ho trovato un po' spento ma poi, dopo l'ingresso delle 3 invidiose,è saltata fuori la cara vecchia Abby che adoro perchè non manda a dire niente a nessuno...Lo fa di persona e,il mio adorato Luka che salta fuori sempre al momento giusto come se sapesse quando Abby ha bisogno di lui!!!così...nel complesso l'ho apprezzato e, avrei voluto vedere la faccia che hanno fatto le tipe...
Angela#1
Non sapevo di questo problema con Internet Explorer, io ormai uso solo Firefox... ma che infamata! Mi scuso per il piccolo disguido.

Luka sa quando Abby ha bisogno di lui.
Grazie per il commento. Le tre invidiose sono state divertenti da scrivere.
La cosa strana con internet explorer è che magari tu scrivi giusto e poi si legge sbagliato ma, non per sempre...Una volta sono impazzita perchè scrivevo un post e,dopo che andavo a leggere,c'era qualcosa di sbagliato e, nonn so più quante volte l'ho riscritto...Dopo qualche ora però,era corretto.Per non impazzire però ora scrivo sempre usando Mozilla. Però ero curiosa di sapere se è un problema del mio pc o di explorer.
Comunque non vedo l'ora di leggere il resto.
Angela