?

Log in

No account? Create an account
Farfalla+fiore

December 2018

S M T W T F S
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Tags

Powered by LiveJournal.com
table

[ER] - Flying Solo

Titolo: Flying Solo
Fandom: ER Medici in prima linea
Coppia: Luka Kovac/Abby Lockhart
Prompt: 002: Intermezzo@ fanfic100_ita 
Rating: Verde
Set In Time: l'episodio di riferimento è 14x14: Owner Of A Broken Heart. Abby è ricoverata nella clinica di riabilitazione.
Disclaimer: I personaggi utilizzati non sono miei, ma sono di tutti coloro che li hanno inventati. Storia né scritta né pubblicata con fini di lucro.
Tabella: http://drk-cookie.livejournal.com/3641.html

Buona Pasqua a tutti!

 

I colori erano estremamente vivaci, quasi irreali. Una bellissima giornata di sole, come poche ne capitano.

“Joe… guarda la mamma”

E la mamma era naturalmente lì, stupenda e sorridente. Con quel suo sorriso dolce, il sorriso dedicato al suo bambino.

“Vieni tesoro, guarda cosa ti ho portato”

Il bambino, un anno e mezzo di irresistibile energia, corse scalpitando verso la donna. Le manine protese ad afferrare l’orsetto di peluche con la sciarpa verde intorno al collo.

“Grrr!!”

“All’incirca, Joe. Hai notato come grrr definisca un quantitativo esagerato di cose?”

Abby, le mani finalmente libere dal giocattolo allungò un braccio per accarezzare la spalla di Luka.

“Guarda che non ha torti. Grrr si adatta bene agli animali feroci tipo tigri, orsi, leoni…”

“… cani, motociclette, macchine…”

“Dai! È ancora piccolo! E poi è anche colpa tua se non parla ancora bene”

“Mia?”

“Lo sai che i bambini bilingue iniziano a parlare più tardi, vero?”

“E sarebbe colpa mia?”

“Chi gli parla quasi esclusivamente in croato?”

“E chi usa solo l’inglese?”

Si guardarono per un attimo, abituati alle loro schermaglie. Era uno dei loro modi privilegiati di comunicazione. Perché lo sapevano che non si sarebbero mai spinti oltre un certo punto. Cento battutine ironiche valevano più di mille ‘ti amo’. Ed era sempre stata così, tra loro. Che gli altri si facessero gli affari loro.

Joe si era seduto vicino a loro, le gambocce incrociate, e stava giocando con l’orso. Nella sua sconfinata fantasia, il prato in cui si trovavano era una foresta immensa e paurosa e l’orso ne era il padrone assoluto e incontrastato.

Guardandolo, quasi senza accorgersene, i genitori si erano avvicinati l’uno all’altra e Luka aveva circondato le spalle di Abby con un braccio. La stringeva a sé, assaporando quella giornata stupenda. Si amavano. Erano una famiglia perfetta e si senti di ringraziare Dio. La sua seconda possibilità. La sua seconda meravigliosa possibilità. Abby accanto a lui con la testa sulla sua spalla, Joe a combattere nemici invisibili col suo orso. Bastava poco. Il futuro non gli era mai sembrato più bello.

-----

“Attenzione. Avvisiamo i gentili passeggeri che stanno cominciando le manovre di atterraggio. Preghiamo di allacciarsi le cinture di sicurezza. Grazie”

Aprì gli occhi, muovendosi stanco per cercare le estremità metalliche delle cinture. Le chiuse con un sonoro clak.

Un sogno.

Chicago si avvicinava. Chicago, con tutti i suoi ultimi drammatici momenti. Chicago con la clinica di riabilitazione in cui sua moglie era ricoverata.

A fare veramente male era che il sogno, piacevole intermezzo di quel volo interminabile,  era stato la sua realtà degli ultimi mesi. Quel sogno lui l’aveva toccato, accarezzato, corteggiato. Era stato suo.

Respirò a fondo. Aveva un discorso da farle. E non sarebbe stato piacevole. Per nessuno dei due.

Comments

Tanta tenerezza e poi la delusione...Era solo un sogno!!!
Ora sono curiosa di sapere cosa le dirà!!!
Angela, sai benissimo cosa le dirà. L'hanno mandato in onda. Io mi sono semplicemente limitata a riempire un buco...
Grazie per essere passata.

La Pasqua?
A dire il vero so quello che le dirà (versione italiana) solo per averlo letto scritto da te,perchè non ho ancora visto quell'episodio...Scriverai la versione italiana o quella inglese?
Be', questa storia è una one-shot e quindi è chiusa qui. Lui le dirà quello che dice nella serie (la traduzione in italiano aveva comunque il senso della versione inglese)e continuerà a dirle quello, a meno che un giorno mi metta a scrivere una strana AU. Cosa che non è in previsione.
In effetti non mi capacitavo dell'armonia sapendo che era ambientata in quella puntata.
Però è stato un bel momento, tutta quella felicità e comprensione sono un balsamo per le ferite dell'anima che 'sti due provocano agli spettatori.
Anche se l'angst non poteva mancare! XD
Grazie per il commento!
Un balsamo, purtroppo, non troppo funzionante. Ma almeno i sogni regaliamoglieli decenti... per ora. ;P