?

Log in

No account? Create an account
Farfalla+fiore

July 2017

S M T W T F S
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Tags

Powered by LiveJournal.com
dear son

[ER] - Dear Son - Letter 11

Parafrasando una frase famosa: "Non può splendere per sempre il sole" Nella vita di Luka, poi.

Buona lettura.

Dear Gabriel,

I’m in totally despair... I’m hurting so much I can’t almost breathe.

Your Grandfather... he left us. A heart attack took him away from us... from me. I can’t believe it happened. I can’t, baby, I can’t.

I still have my brother’s voice playing in my ear.

He died. He left me. Why?

I’m an orphan... no dad, no mom, no past. Who am I now?

Sorry, I can’t write now. I can’t live. My dad...

... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ... ...

Almost a week has passed and I’m feeling a little better. I also have to thank you for this, seen you’ve been at my side and helped me find myself again. You’re really a good boy, and I’m glad.

The burial... oh, it was touching. All his old friends were there and you behaved very well. Though I can’t still believe he’s gone. I’m not going to see him again and it hurts.

I’m angry with myself. I wasn’t even with him when he died. Of course, my brother and his family were there, but I’m his son too. I never suffered the distance from my hometown so much, I guess.

And now... what am I going to do now? I stare at you in order to find inspiration. You’re drawing with your youngest cousin. You’re really gifted and it’s heart breaking. I can see in your fingers the magic which laid in your grandfather’s fingers. The same intense sight, as if you’re going to create a miracle. It’s so beautiful to see. And I’m glad you have his gift. I can see my dad through you. Looking at you is like looking at him (ok, you’re cuter... just like mom). And you know what? I think this is the reason why he was so happy you inherited his passion for painting. So, he would never leave me. Having you is almost having him (or a part of him). I’m not alone, without past or whatever. I have you. Feeling even better now.

You asked me to tell you something about him. I don’t know how I can start.

My dad... he was great. He loved me. Never stopped loving my mom. Loved my brother. Love you and your mom. He used to thank her, your mom I mean. She made me love her. She fell in love with me. She gave you to me. She agreed to be part of a family. You know, my dad was so scared I would end up living into a sad nonsense void, but then I met your mom and he saw her as if she was my light. She was (still is, of course) the answer he was looking for.

Other things... he could be unbearable, sometimes. I may admit that I also thought I hated him because of his mood or behaviour. I’m missing him. You told me you’re going to miss him too. I can see why. You two had already a strong bond. He told you a lot of things, a lot of secrets you will never tell me. No problem with that, Gabriel. They belong to you both, I will never try to discover any of them.

Just one thing, please: stop singing those kind of dirty songs he taught you. I know you probably find them funny, but they’re not. And even if your mom doesn’t understand Croatian it’s not a good thing singing them when she’s around. They’re slight offensive and you’re too young to understand their real meaning, ok?

There aren’t many things left. He could tell the most amusing jokes ever, he had the loudest laugh you’ll ever hear and he could give the best advices. I’m sad you’re going to miss his advices. I’m trying to advise you as well as he could do, but I’m not assuring anything.

I have a hole in my heart, kiddo. A part of me is missed. He gave me life and he taught me everything I know. I’m everything I’m because of him. I don’t know. Still feeling tears in my eyes. Don’t be worried, it will pass. It’s just that...

... you’re here now, hugging me. I don’t think this will stop my tears. You’re so sweet when you want to. Hold me tight, baby. Tonight I’m the one who needs to be comforted. Thank you for being there with me.

I love you, baby.

Your Tata.

Comments

che dire...

Bella e struggente (per la sofferenza di Luka che si percepisce in ogni sua parola)come sempre anche se nel pezzo in cui Luka chiede al figlio di non cantare quelle canzoni che gli ha insegnato il nonno perchè sono offensive anche se a lui (bimbo) possono sembrare divertenti e sopratutto di non farlo quando c'è la mamma (Abby)presente anche se lei non capisce il croato...Beh...Mi immaginavo Luka che lo diceva con quella faccia che ha quando prende in giro,tipo quando disse ad Abby che voleva chiamare il piccolo come il nonno(Mongo)ed aveva la faccia seria ma,si vedeva che voleva mettersi a ridere (Mi torna in mente il testo di una canzone di Vecchioni che dice:"Mi piace vedere la tua faccia da viaggiatore di commercio che ha scoperto che al casello c'è lo sciopero e non si paga e,fa la faccia seria ma dentro:RIDE!!!")Mi è venuto da sorridere leggendo la sua raccomandazione!!!
Chissà che bravo papà dev'essere!!!
Ma che canzoni erano?Luka te l'ha detto???

Re: che dire...

Visto che sono donna, Luka non ha avuto il coraggio di dirmi i testi delle canzoni. Quindi posso solo immaginare.
Adoro la faccia di Luka "sono serio, ma in verità ti sto prendendo in giro". Come si fa a non amarla?!?!
Grazie come al solito
Bella...

Ci sono molti sentimenti contrastanti, ed è giusto così: Luka soffre, ma è felice nel ricordare suo padre e nel vedere il padre attraverso suo figlio Gabriel. Mi è piaciuta tantissimo l'idea delle canzoncine che il nonno ha insegnato a Gabriel... ihih... fantastico! :D

Ah, e ovviamente il fatto che il nipote abbia ereditato il talento del nonno!
Grazie! Era proprio ciò che volevo comunicare: Luka è triste, ma allo stesso tempo vede suo figlio, simile al nonno, e soprattutto vede che suo figlio è lì. Per una volta, il tempo ha giocato correttamente con lui.
L'idea delle canzoncine... non so come mi è venuta. Forse ho pensato ai miei di nonni, al tempo che passavo con loro a giocare, e al fatto che, certe cose, ai miei non l'ho mai dette (perché erano "stupidate" comprensibili solo per noi tre, che nessun altro avrebbe capito)
Brava! Io tendo un po' a dimenticare il rapporto coi miei nonni...

Be' in ogni caso il tuo post mi ha fatto venire voglia di esplorare il rapporto fra Dubenkolotto mio e il padre Mr X Dubenko (non ho ancora scelto il nome per lui)...

mi chiedevo...

Deve essere una tortura per Luka vedere crescere il figlio e vedere in lui somiglianze non solo con il nonno ma anche con i fratellini morti(Perchè di somiglianze ce ne saranno di certo)...e chiedersi ogni giorno,chissà come sarebbero diventati,cosa avrebbero amato,cosa avrebbero detestato e poi,si sarà mai domandato cosa sarebbe stato se la cattiveria del mondo non gli avesse portato via la famiglia???Quale sarebbe stata la sua vita?Ed Abby?Avrebbe trovato qualcun altro che la amasse quanto la ama lui? e Gabriel...lui non sarebbe mai esistito...
Niente avviene per caso...E ricordando quello che disse lui ad Abby...
Lui non era scappato (dalla Croazia)era andato in cerca di lei (+ o - Non ricordo le parole esatte)

Re: mi chiedevo...

Sicuramente Luka si chiede tutte queste cose. Però penso anche che si renda conto di quanto è stato fortunato (sì, fortunato) ad aver trovato l'amore di nuovo. Il destino gli ha concesso una stupenda seconda possibilità e, forse (ma forse, eh, conoscendolo...), si ferma di più a pensare a cosa gli riserva il futuro piuttosto a che cosa il passato gli ha tolto.

Re: mi chiedevo...

Si,probabilmente hai ragione tu...Ogni giorno ringrazierà il buon Dio (visto che lui è credente)per avergli dato un'altra possibilità(spero che un giorno la dia anche a me)...
Questa storia (anche se è solo un film)da la speranza a chi dopo aver perso tutto pensa che la sua vita sia finita e che non sarà mai più felice,di ricredersi...Certo,Luka è stato artefice della su nuova vita...Fin dall'inizio ha cercato di ricrearsi una nuova famiglia e alla fine (anche se gli ci sono voluti parecchi anni è stato premiato).Quindi il messaggio è:La speranza non muore mai ma,come dice il detto:Aiutati che il ciel ti aiuta!!!
Questo capitolo è di una tristezza disarmante, sia l'inizio cosìì incongruo e sofferente, sia la continuazione in cui Luka raccinta suo padre a suo figlio e li colleghi tra loro pr superare il brutto momento. Molto bello e dolce, anche se struggente.
Grazie! Apprezzo gli aggettivi che hai usato.
*Cookie annuisce soddisfatta*