drk_cookie (drk_cookie) wrote,
drk_cookie
drk_cookie

  • Mood:
  • Music:

[ER] - Fine


Titolo: Fine
Fandom: ER Medici in prima linea
Coppia: Luka Kovac/Abby Lockhart
Prompt: 003: Fine@ fanfic100_ita 
Rating: Giallo. Per il linguaggio principalmente.
Set In Time: episodio 14x19: The Chicago Way. Luka, dopo l'incontro con Moretti, ma prima del discorso ad Abby.
Disclaimer: I personaggi utilizzati non mi appartengono, ma sono di tutti coloro che li hanno creati. Storia non scritta né pubblicata con fini di lucro.
Tabella: http://drk-cookie.livejournal.com/3641.html
 



 

Era quasi da ridere.

A pensarci bene, riuscendo a mantenere la giusta distanza, faceva quasi ridere. Anzi, senza quasi.

Nel momento esatto in cui un tassello della sua vita andava in ordine, un altro impazziva. Sembrava quasi un puzzle stregato.

Finalmente la donna di cui si era innamorato lo aveva ricambiato.

Avevano avuto un figlio.

Si erano sposati.

Tutto a meraviglia, tanto da sentirsi quasi in imbarazzo per i sentimenti astiosi e malvagi che aveva provato verso Dio. Tanto da avvicinare il suo pensiero all’aggettivo “fortunato”.

Già. Fortunato. Aveva lei. Aveva un bambino stupendo. Un futuro. Una famiglia che amava. Un buon lavoro. Me-ra-vi-glio-so.

Ma, poi… tassello impazzito.

Un promemoria: tu sei Luka Kovac, mai nella vita potrai essere felice. Scordatelo. Ci sarà sempre qualcosa. Io, Destino beffardo, ho molta molta fantasia. Non dubitarne. Credimi.

 

Luka si rendeva perfettamente conto che non stava pensando del tutto coerentemente. D’altronde, era ormai al terzo bicchiere di vodka. Da riderci, vedete? Avrebbe dovuto evitare di bere, considerando cosa aveva causato recentemente l’abuso di alcool alla sua famiglia, ma trovava l’annegare i propri dispiaceri nella vodka un buon modo per impazzire.

Si passò la mano sugli occhi. Gli faceva male la schiena, ma non poteva farci nulla. Aveva scelto lui di sedersi sul pavimento, contro il muro, con la sola compagnia della sua vecchia amica russa. Era strano, però. Come tutte le cose nella sua vita, nulla andava come previsto: l’alcool avrebbe dovuto addormentare il dolore, e invece faceva solo più male. Ovviamente. Stavolta ridacchiò davvero. Brutto ubriacone che non sei altro. Nemmeno da brillo sei in grado di dimenticare.

 

Dimenticare… parola dal suono dolce e nostalgico. Così come lei.

Lei e quel suo sorriso.

Lei che si accarezzava il pancione.

Lei che baciava Joe.

Lei che non sapeva cucinare.

Lei e il suo I carry your heart with me.

Abby.

 

Bastò pensare al suo nome per fare dileguare in parte i pensieri folli causati dalla vodka. Lui non era un alcolizzato, ma aveva ben provato ad ubriacarsi fino a non capire più nulla. Non era stata una bella sensazione. Figuriamoci per lei. Quello che però gli dava fastidio era che la sua donna avesse preferito la bottiglia a lui, al loro bambino. Non poteva concepire l’idea che la sua vita composta da un marito che la amava e un tesoro come Joe potesse essere troppo stressante ed intollerante. Non capiva come lei volesse scappare, dimenticare, cancellare.

Come lei avesse voluto un altro uomo.

 

Inconsciamente, bevve un altro sorso di vodka.

Moretti.

Le nocche gli dolevano ancora. Se l’era cercata. Andare da lui, dopo tutto, a dargli… consigli matrimoniali.

Con quella sua faccia, quei suoi occhi. Le sue mani.

Le sue mani ad accarezzare il corpo di sua moglie. E lei che non si opponeva. E magari le piaceva. Più di quando faceva l’amore con lui.

Stava tremando.

Appoggiò la testa contro il muro, chiuse gli occhi e respirò a fondo.

Non pensarci. Lei ha detto che non si ricorda nulla di quello che è successo, solo che si è svegliata accanto a lui.

Non può esserle piaciuto. Con te fa l’amore e con lui ha solo scopato. E’ una grossa differenza. Non era lei… era…

… era lei, bello mio. E’ un’alcolizzata, ed era ubriaca. Lo capisci che è la stessa cosa? E poi, cosa vorrà mai dire "con lui ha solo scopato"? E con te, no? La prima volta che siete stati insieme, ma anche senza andare troppo lontano… quella volta che l’avete fatto sul tappeto del salotto? Era amore puro ed innocente? Non vorrei ricordarti che avevi la schiena piena di segni rossi. Cos’era? Poco più di un anno fa, poco prima di sposarvi.

E’ diverso. Lo volevamo entrambi, nessuno di noi due era ubriaco marcio, era sesso, va bene, ma era… completamente, totalmente, decisamente consensuale. E lei sapeva dove si trovava. E poi abbiamo riso perché le parlo sempre in croato quando lo facciamo e lei ha paura che io le dica qualche porcata e invece… non è la stessa cosa. Per niente. Non è la stessa cosa, perché, poi, lei si addormenta contro la mia spalla, perché nasconde la testa sotto il cuscino quando non vuole alzarsi, perché mi sorride ogni singola mattina in cui ci svegliamo insieme. E l’unica volta che avrebbe voluto scappare, non se ne è andata. Invece rideva, e quella luce che aveva negli occhi parlava più di mille parole. Perché dopo il primissimo appuntamento, la rottura, l’Africa, la nascita di Joe ed Ames non può essere la stessa cosa. Anche se sul tappeto era solo sesso. Non è lo stesso tipo di sesso. Tu questo lo sai, vero?

Silenzio. L’altra voce taceva. Senza argomenti per ribattere. Finalmente.

Luka si sentì esultante, per la prima volta da chissà quanto tempo. Se poteva battere quella stronza della voce, allora c’era una speranza. Perché se lui credeva a ciò in cui credeva, allora era fatta.

Futuro. Di nuovo.

Si alzò, deciso, stabile, fermo. Completamente dimentico dei tre bicchieri che si era scolato, come se non se li avesse mai bevuti. Assolutamente sobrio. Afferrò la bottiglia e il bicchiere. Si diresse al lavandino. Guardò il liquido che scendeva lento e cristallino inghiottito dallo scarico.

Sorrideva, senza accorgersene.

E’ finita.

Noi siamo, lo saremo per lo meno, più forti. Più forti dei tuoi giochetti.

Perché io la amo. Io l’ho scelta, e lei ha scelto me.

Fine.

 

Tags: character: luka kovac, community: fanfic100_ita, fandom: er, one-shot, pairing: luby
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

    Your IP address will be recorded 

  • 5 comments