drk_cookie (drk_cookie) wrote,
drk_cookie
drk_cookie

  • Mood:
  • Music:

Risacca notturna

"...
Così, eccoci qui, pensavo, con l'intera razza umana spazzata via, non dalle armi atomiche, o da qualcosa di altrettanto grandioso. Ma da una banale influenza. Mi sarebbe piaciuto collocare una enorme targa da qualche parte, una targa di bronzo, con chilometri e chilometri di lato. E in grandi lettere in rilievo, a beneficio di eventuali visitatori extraterrestri, ci avrei scritto: UNA BANALE INFLUENZA.
...
La risacca avanzava, avanzava, avanzava. Senza limiti. Pulita e profonda. Eravamo venuti lì d'estate, Maureen e io, l'estate dopo la maturità, l'estate prima dell'università, della realtà, e dell'A6 che arrivava dal Sudest asiatico e ricopriva il mondo come un sudario, ed era luglio, avevamo mangiato una pizza e avevamo ascoltato la radiolina di lei, e io le avevo unto d'olio la schiena, lei aveva unto d'olio la mia, l'aria era infuocata, la sabbia brillava, il sole sembrava vetro incandescente."

S. King, Risacca notturna



Tags: books, quotes
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

    Your IP address will be recorded 

  • 2 comments