drk_cookie (drk_cookie) wrote,
drk_cookie
drk_cookie

  • Mood:
  • Music:

ER - 14x11: Status Quo. ER - 14x12: Believe The Unseen

Skurni, congratulazioniiiiiiiiii!!!!!!!!!!

 

Cioè, mancano solo 8 episodi alla fine? Davvero? Che tristezza... stasera, però niente patema d'animo legato ad Abby. Meglio così.

Arriva la cugina ninfomane di Neela, una certa Jazzree... facciamo solo Jazz (tanto anche lei vuole essere chiamata così). E' scappata da Londra per sfuggire ad un matrimonio combinato. Neela ha la brillante idea di portarla in ospedale. Ma anche qui: Neela non è la prima a portare parenti/amici/fidanzati/vari in ospedale a seguire il suo lavoro. La domanda è: solo io avrei dei problemi col mio adorabile boss se decisessi che mio fratello può stare con me tutto il giorno in ufficio a vedere cosa faccio? Mah...

Comunque Jazz fa foto a chiunque, tipo gita scolastica. Inutile dire che Harold parte per la tangente, facendosi anche venire una crisi d'asma. Motivo per cui Harold dovrà occuparsi del giro turistico di Jazz. Oh, ma c'è Crenshaw! Quante faccine che fa! Mi fa sempre ridere tantissimo...

Sam, Skye e un paramedico arrivano in ospedale facendo footing. Si stanno allenando per il triathlon. Sam sta per avere un collasso. Invece Pratt, elegantissimo e accompagnato da Bettina, sta per avere un colloquio con Anspaugh, credo per chiedere di diventare capo del personale. Dai Pratt, a me piaceresti moltissimo!

Naturalmente, la riunione va malissimo, perché il consiglio di amministrazione del County sembra quelle riunioni che fanno nei Simpson in cui tra i partecipanti ci sono Burns, il vampiro e tutta quella bella gente lì. Tra l'altro, Anspaugh ci ricorda ancora una volta quanto odia Luka, dicendo che Pratt ha portato dei miglioramenti solo su suggerimento di Luka e, sempre perché gliel'ha detto Luka, è andato in Africa. Non capisco dove sia il problema: Luka chiede, la gente esegue... va bene, manca un po' di spirito di iniziativa, ma come si fa a dire di no a Luka? E, comunque, Anspaugh smettila di pronunciare Kovac: va a finire che quel meraviglioso nome lo sgualcisci.

Pratt decide che se non otterrà il posto si licenzierà, che tanto ci sono mille ospedali che lo apprezzano di più. Pratt, no! Non puoi andartene! Rimani! Morris la pensa come me e cerca di convincere Greg a rimanere in tutti i modi possibili. Morris apprezzo lo sforzo. Ah, sì, Abby ha preso un permesso e non si sa quando torna.

Portano un ragazzino che ha sbattuto la testa, cadendo in palestra... è Mongo! No, scherzo, però questa storia l'avete già usata, così come avete già usato la morte del padre di uno dei protagonisti... ma fa niente. Il ragazzino, Carlos, sembra stare abbastanza bene, è cosciente, risponde alle domande, non è nemmeno troppo spaventato. Io penso che il nome Carlos mi dice qualcosa, ma non riesco bene ad afferrare. Pratt chiede al ragazzo se prende qualche medicina e lui sciorina una serie di medicinali: sono quelli per tenere a bada l'HIV. Carlos... sieropositivo... ma... il figlio di Jeanie Boulet!

E, infatti eccola... ma ciao! Quanto tempo! Che bello rivederti! Sta parlando con delle ragazze sieropositive, quando viene avvisata di Carlos. Va in ospedale.

Intanto, Harold ha portato Jazz in Pronto Soccorso. Morris li vede subito e in due secondi gliela porta via. Il lavoro incombe veramente. Neela, per non essere da meno, ruba una paziente ad ortopedia. Ma è brava a ridurre la frattura e quindi il dr Grossman non se la prende. La paziente in questione è una soldatessa americana in licenza dall'Iraq che è caduta dalle scale mobili di un supermercato. E' lì col fidanzato, anch'esso un soldato, che è tutto felice quando si scopre che lei è incinta. Solo che, quando il bambino è stato concepito, lei era in Iraq. Cala il gelo. La ragazza racconta di essere stata stuprata dal suo comandante. Ma che schifo! Ma perché sempre queste storie orribili? E ci si mette pure il fidanzato che non ci crede. Ma credi che lei si inventi una cosa del genere? Per fortuna, alla fine, lui rinsavisce e decide di starle vicino. Ma lei, il delinquente, non lo denuncia? Non riesco a capire, perché proprio in quel momento mia madre arriva in cucina con la carne da scongelare... uffa...

Arriva Jeanie. Ovviamente, Frank non la riconosce. Però, per fortuna, arriva Chuny. Baci e abbracci di gioia. Ma poi si va subito da Carlos. Sta bene, gli hanno messo dei punti. Pratt però vuole fargli fare una risonananza di sicurezza, perché ha perso conoscenza. Jeanie non vorrebbe, anche perché non si fida molto di Pratt. Alla fine interviene Skye e la convince.

Gossip Time: Jeanie chiede a Haleh di Carter: è ancora in Africa, ma forse tornerà in primavera. Ah bene. Carol e Doug? Stanno bene e i gemelli fanno la seconda elementare. I gemelli!! Ma sono femmine! Ne sono sicura! Doppiatoriiiiiiiii!!!! Ahhhhhhh!!! Come avete potuto? Non ci credo... i gemelli... Comunque: Jeanie si è separata da Reggie, ma hanno l'affido congiunto ed è meglio così. In più, lei ha aperto due cliniche per aiutare i malati di AIDS. Fine Gossip Time.

Pratt sta parlando con un tizio che gli consiglia di non abbandonare il County, ma di continuare la partita. Può sempre migliorare e imparare a farsi rispettare, non c'è bisogno di gettare la spugna. Ma Pratt non sembra convinto. Poi se ne va, perché lo chiamano al cercapersone.

E' Skye, che è andata a ritirare, senza il suo consenso, ma sull'insistenza di Jeanie, i risultati della risonanza di Carlos. C'è un problema: nel cervello del ragazzo c'è una massa strana. Potrebbe essere toxoplasmosi, ma anche un linfoma. Serve una biopsia. Il brutto è che Jeanie lo scopre in accettazione, perché Pratt e Skye erano troppo occupati a punzecchiarsi l'un l'altro. Fantastico. Jeanie ha paura che Carlos abbia l'AIDS. Parla con Reggie e alla fine decide di essere sincera con lui e spiegargli tutto. Carlos, devo dire, reagisce in maniera piuttosto adulta. Jeanie si scusa anche con Pratt, perché non si è rivelato un cattivo dottore.

Morris strappa un appuntamento alla cugina di Neela e Harold, per non rimanere indietro, dice che anche lui e Neela usciranno con loro. Un classico appuntamento a quattro. Mentre i due galletti tentano di conquistare la gallinella Jazz, Neela va a parlare con Grossman (anche lui da Ike): lui le offre un tirocinio in Ortopedia e lei accetta tutta felice.

Fine puntata: Pratt sta guardando con Frank le foto pazze che Jazz ha scattato in giro per l'ospedale. All'ennesimo commento sulla "famiglia ER" prende il telefono, chiama il tizio con cui ha parlato nel pomeriggio e gli dice che è pronto per il secondo round. Non se ne va, resta al County. E bravo Pratt!

P.S. Stavolta non ho capito in che modo il titolo si connette alla puntata. Qualcuno può aiutarmi?


 

Metropolitana. Ma è Abby! Ciao! Come ti trovo bene! Stai tornando al lavoro? Ma il tuo meraviglioso marito? No news? Oddio...è un bene o un male?

Riunione (giornate dense di riunioni questa settimana): il solito consiglio, più Pratt e Haleh (che quindi sanno cosa è successo). Abby dovrà sottoporsi a 30 incontri con gli AA in 30 giorni, più esami delle urine random e più altro che non ricordo. Però può ricominciare a lavorare subito. Ma lei chiede altro tempo, perché suo marito, il dr Kovac, è ancora in Croazia e lei ha bisogno di stare con lui e con Mongo. Le farebbe bene un po' di tempo con la sua famiglia. Anspaugh è d'accordo (tutto pur di non rivedere Luka), ma quando torna Abby dovrà sottoporsi a 60 incontri in 60 giorni, perché in Croazia non possono controllare come si comporta. Lei accetta. Brava Abby. Stai già tornando sulla mia lista dei buoni (anche se non riesco a tollerare ciò che hai fatto. Ma apprezzo lo sforzo che ci stai mettendo)

Neela è nel suo appartamento (che poi è quello vecchio di Abby) e deve assolutamente andare in bagno. Si sente un rumore di doccia, ma lei se ne frega, credendo che sotto ci sia la cugina pazza. Fa pipì tranquilla, chiedendo a Jazz varie cose, senza, però, ottenere risposta. Ad un certo punto, Jazz entra in bagno; Neela apre la doccia e... si trova danti Harold con la cuffietta per non bagnarsi i capelli. Harold, finalmente ce l'hai fatta! Trovo abbastanza ironico che sia stata proprio la cugina di Neela ad "aiutare" Harold. Ma tant'è.

Neela inizia a lavorare in Ortopedia. Va detto che in Ortopedia hanno tutti dieci anni, visto che giocano a hockey nei corridoi, ridono come degli stupidini e per ogni cosa si battono il cinque. Che asilo. Sarà che forse Ortopedia non ha mai troppo lavoro. Comunque, mi sembra strano che Neela si trovi bene in quel reparto: lei è sempre stata una secchia tutta precisina, che ci fa adesso lì? Mah...

In salottino Abby e Pratt stanno parlando. Lui le fa notare come credeva che fossero amici e lei gli risponde che sono amici, e, praticamente, si scusa per il suo comportamento. Pratt le dice che, comunque, se avrà bisogno lui ci sarà per lei. Carini! Ah sì, le infermiere hanno mandato le condoglianze a Luka. Gentili! Arrivano i feriti di un incendio. Abby offre il suo aiuto, visto che l'aereo per la Croazia ce l'ha il giorno dopo. Pratt accetta.

Naturalmente, tutti pensavano che Abby fosse in Croazia e non in riabilitazione e quindi la sommergono di domande su quel bellissimo Paese. Domande a cui io, amici miei, potrei rispondere perfettamente. Lei nicchia e cambia argomento in continuazione. Alla fine, però, è costretta ad ammettere che non è stata in Croazia, ma aveva dei problemi personali da risolvere. E parte subito il gossip: ovviamente, tutti credono che i miei adorati siano sul punto di divorziare e Frank osa persino dire che lui lo sapeva che sarebbe finita così! Frank vuoi che ti metta sotto con la macchina? E, comunque, una bella badilata di affari vostri?

Morris, intanto, è alla disperata ricerca di Jazz, e Harold continua a lanciargli delle battutine a doppio senzo. Tra l'altro Harold fa anche degli interventi medici che forse non potrebbe fare. Ma sono dettagli.

Abby è tornata la Abby che tutti noi conoscevamo. Si occupa di una bambina rimasta coinvolta nell'incendio. Scopre che la piccola ha una malattia piuttosto rara, che sta compromettendo la sua vista. Mentre l'oculista la visita Abby convince la bambina a cantare e lei intona con una voce da urlo Beautiful della Aguilera. 'azz che voce! Bellissima! Anche se io continuo a preferire la versione di Copacabana cantata da Luka. La visita va bene e la diagnosi di Abby viene confermata. Lei, tra l'altro, è tutta dolce e carina con la bambina (e io un po' ci sto male, perché era una vita che non era così dolce con i bambini... cosa hai fatto, Abby? Come hai potuto? Cosa ti mancava? Va be', sto divagando inutilmente. Ciò che è fatto è fatto e non si può disfare, giusto?)

La pazza Jazz deve ripartire e lascia due messaggi per i suoi due spasimanti. Il messaggio è praticamente lo stesso che dice: "E' stato bello, ma ora non cercatemi più". Che classe!

Ci avviciniamo alla fine. Pratt indice una riunione per spiegare come dovranno agire i suoi colleghi in futuro (è proprio intenzionato a diventare capo). Poi Abby decide di prendere la parola. Racconta cos'è successo, dov'era stata e ammette di essere un'alcolista. Io credo che tutti lo scoprano per la prima volta. Lei si scusa per il comportamento e si prende la responsabilità Quando finisce Sam le chiede freddamente se ha mai lavorato ubriaca e rimane piuttosto distante. Ora, lo so che ciò che ha fatto Abby è riprovevole e mostruoso, so che Sam può essere preoccupata, ma Sam non è la Regina della Morale. Fra tutti, credo che sia davvero l'ultima che può giudicare. Gli altri abbracciano Abby. Io credo siano sollevati.

Fuori dall'ospedale, Neela ferma Abby. Cerca di scusarsi per non averla aiutata, ma Abby le risponde: "Non è colpa tua, io ti ho respinto". Brava Abby. Mi piace che ammetti le colpre. Mi piacerebbe sentirti mentre fai a Luka un disorso simile. Perché credo che anche lui se lo meriti. E mi piacerebbe sentirti dire che ti dispiace da matti per suo padre e che non volevi dire che la sua famiglia d'origine non è importante. Ma probabilmente non avverrà. Comunque, davvero forte e coraggiosa. E poi hai ammesso che Luka e Mongo ti mancano da matti. Anche a me... più Luka che Mongo, in effetti, però...

Finisce così. Dalla prossima settimana, prevedo ancora ansia. Non so quanto Luka sarà pronto a perdonare Abby (be'... io ci metterei un po' a perdonarla...)   

Tags: report: er s.14, serial tv, serial tv: er
Subscribe
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

    Your IP address will be recorded 

  • 0 comments