drk_cookie (drk_cookie) wrote,
drk_cookie
drk_cookie

  • Mood:
  • Music:

ER - 14x05: Under The Influence. ER - 14x06: The Test

Sono un po' in ritardo coi report, ma ho una specie di influenza...
*tossisce sperando di non sputare i polmoni*


 

Morris dice che da quando Hope gli ha dato un anello come pegno del loro amore e della loro fedeltà, le altre donne non fanno altro che provarci con lui. E lui non sa quanto potrà resistere senza tradire la sua Hope (che è davvero partita per fare volontariato). Naturalmente, Pratt non gli crede.

Mussolini vuole che Gates ritorni in Pronto Soccorso. Peccato, secondo me in terapia intensiva ci è stato troppo poco. E se ci facessimo tornare su Mussolini?

Casa Kovac: Mongo sta piangendo come un dannato (che novità!) e un telefono sta squillando. Abby dorme sul divano, in modo che ci possiamo gustare il primo piano della bottiglia di vino vuota. Fantastico... se l'è bevuta tutta e poi è crollata addormentata. Come non essere felice? Lei risponde e... è Luka! Ma ciao amore! Come stai? (sono molto più entusiasta io di Abby... certo, io mica mi sono ubriacata bevendomi una bottiglia intera...)

Abby si alza mentre continua a parlargli e va a recuperare Mongo, che continua a piangere. Luka dice che è un po' che prova a chiamarla, che ha chiamato addirittura in ospedale per accertarsi che gli esami di Mongo fossero ok, e che il giorno prima non ha potuto chiamarla perché era bloccato in ospedale col padre. Da notare che lei manco chiede al marito se va tutto bene. Guardate, a me Abby piace, e mi è sempre piaciuta, ma in questo momento non credo di amarla troppo. Soprattutto non dopo il seguente dialogo:

L: "Sai... l'operazione non è stata del tutto risolutiva..."

A: "... shhh... Mongo basta piangere..."

l: "Mio padre ha perso l'uso delle gambe"

A: "..."

L: "Non potrà più camminare..."

A: "..."

L: "Dobbiamo sistemare la casa, sai... mettere delle rampre, degli scivoli..."

A: "Devi tornare a casa. Fatti mettere su una lista in aeroporto"

Va bene. Aveva il post sbornia, era dolorante, stressata, spaventata. Ma, permettetemelo, anche un bel po' egoista. Non ha mai mostrato a Luka il minimo dispiacere per suo padre. Mai. E lui le chiede solo di non rendergli le cose più difficili.

Andando oltre. Morris forse non ha tutti i torti, visto che tutte le donne giovani e sexy sembrano provarci con lui. Abby è in stra-crisi e si vede che non vuole essere al lavoro. Probabilmente ha mal di testa, anche se a Pratt dice di aver avuto mal di stomaco e lui, gentile, le dice che può andare a riposarsi per un po'.

E, intanto, arriva un nuovo bellissimo personaggio: Harold! Il nuovo studente di Neela. Ma dove vanno a prenderli? Da quando Luka è partito il livello di fighezza dell'ospedale si è decisamente abbassato. Harold è un po' stordito. Neela vorrebbe trattarlo con gentilezza, per essere un'insegnante migliore, ma Gremlin-Crenshaw le suggerisce di essere scortese e di comandarlo. Neela esegue subito. Ma non le si addice!

Gates non fa mai quello che gli si dice. Keyson (mamma quanto è invecchiato!) vorrebbe dimettere un paziente, ma Gates è convinto che il medico più anziano stia sbagliando la diagnosi e perciò ignora le sue consegne. Ovviamente, Gates ha ragione e Keyson gli deve chiedere scusa.

Ah... si scommette ancora! Bisogna scoprire quanti anni ha veramente Harold. Lui ne dichiara 25, ma tutti credono di meno. Allora Morris e Pratt lo sottopongono a domande trabocchetto per smascherarlo, ma lui è astuto e non ci casca mai.

Abby decide di parlare con la Coburn. Parlano 7 secondi, nei quali io scopro cose meravigliose tipo che il libro preferito di Mongo è Buonanotte Gorilla (la trovo una scelta molto azzeccata), e poi Janet guarda Abby e le dice: "Hai bevuto?" Grande Janet! Abby ammette, ma dice che lo può controllare, che era solo stressata e che non ricapiterà più (frase che i tossici generalmente non pronunciano mai...). Janet le dice che la può aiutare solo se Abby si considera un'alcolista. Abby, chiaramente, è ben lungi dal considerarsi tale. Non vuole essere aiutata, e si capisce bene. Le voglio ancora un po' meno bene. Piccola nota: persino la Coburn, che conosce Luka a malapena, si è dimostrata dispiaciuta quando ha scoperto la malattia del padre.

Morris fa sesso telefonico con Hope rinchiuso nell'ambulanza. Quando ne esce tutto scarmigliato ha un'espressione stupenda. Grande Morris! Anche se Mussolini ti ha quasi sgamato! Ah, Mussolini ha un figlio al college. Si scopre che Harold ha 19 anni e che è un ragazzo prodigio. Ci mancava solo questa...

Abby va a riunione degli AA, ma la cosa non mi fa stare tranquilla.

Ma abbiamo visto Luka! Che figo!

 Aggiungo la 14x06... scusate il ritardo! L'influenza è uscita dalla sua definizione di "specie" per diventare una "vera" influenza. Ma non ho preso gli antibiotici: so che non vanno presi in questi casi (anni di ER saranno pure serviti a qualcosa, eh?)

 

  

Cosa nasconde Abby nell’armadietto? No, perché farsi venire un mezzo infarto quando qualcuno entra da una porta alle tue spalle è quantomeno sospetto. O forse sono io che sono eccessivamente sospettosa. Comunque la donnina mi sembra sempre più in crisi e io sono sempre più preoccupata. Anche perché di Luka non si hanno notizie.

Torna Josh. Il poveretto non riesce più a respirare e si pensa di intubarlo. La madre è d’accordo, Sam è d’accordo, Gates sembra essere d’accordo, ma Josh non lo è. Implora Gates di non intubarlo. Insomma, non vuole passare il resto della sua vita attaccato ad un respiratore (mamma mia, come è attuale ‘sta cosa…). Gates chiede alla commissione etica che da’ l’ok. Il ragazzo può decidere. Ora non resta che convincere la madre. E Sam.

Janet continua a capire che Abby non è del tutto a posto e le chiede se è andata a qualche riunione. Lei risponde di sì, ma Janet ribatte che non la vista. Abby risponde che sta cercando un gruppo nuovo. Janet non è convinta. Io nemmeno. Abby… c***o stai facendo?!?! Provo una grande tristezza mista a paura.

Tra l’altro, la sig.ra Kovac mi canna pure una diagnosi e quasi stermina il paziente. Vedete che non ci sta con la testa? Ha bisogno di una vacanza e io so anche dove. È un posto soleggiato, col mare, in Europa, dove tutti i nomi sono un po’ strani e finiscono spesso con –ac o –vic.

Per aggiungere altra depressione a quella che già provo arriva una nuova assistente: Skye. Che non è male, sembra competente e decisa. Ma io penso a cosa significa mandare un’altra assistente. Manca il mio, di assistente… che tristezza (e 2!).

Intanto Morris e Pratt stanno studiando per gli esami e Morris ha portato un portafortuna che è una specie di animale da stringere in caso di stress. Ma che carino! Lo voglio io! Magari prestiamolo ad Abby, prima che decida che in caso di stress è meglio stringere il collo di una bottiglia…

Harold ha un problema e lo espone a Neela. Il ragazzo è ancora vergine e deve portare la sua fidanzatina al ballo della scuola e non sa come fare. Neela è imbarazzata e lo affida ai due studianti (si può dire?) in salottino (che devo dire gli danno anche dei consigli sensati)

Tornando a Josh. Sam non vuole lasciarlo morire, ma Gates si impunta e le urla: “Sono io il dottore, qui!” lei, con la coda nelle gambe, lo lascia fare. A Josh viene concessa la libertà di scegliere (per questo motivo ER sarà scomunicato a breve. E anche il mio LJ, temo…)

Altra sorpresa (che puntata pregna di eventi): arriva il figlio di Mussolini (del quale mi sfugge il nome. Lo chiamerò Junior). Ha lasciato la scuola per portare a suo padre il regalo di compleanno. Ma si capisce che c’è dell’altro. Come minimo è un pazzo psicopatico pronto a fare una strage. Però è un pazzo psicopatico carino, devo ammettere.

Ci si avvicina alla fine e dopo che Sam ha sventato il sucidio di una ragazza che voleva gettarsi sotto alla metropolitana (guardate che si capiva che era venuta al PS perché cercava attenzioni), ci fanno vedere Abby che dice a Pratt che si sta comportando come se volesse rovinare tutto. L’importante è ammetterlo, no? Che meraviglia! Sto già male… e infatti poi la vediamo fermarsi davanti ad un negozio di alcolici e poco dopo la vediamo con la busta della spesa. È vero, non si vede cos’ha comprato, ma chi ci sta a scommettere?

Abby, non ho nemmeno le parole per commentare. Sono abbastanza arrabbiata, ora. E lo hai ammesso, persino!

Lukaaa!! (ma perché devo chiudere quasi tutti i report così?)

 

Tags: report: er s.14, serial tv, serial tv: er
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

    Your IP address will be recorded 

  • 0 comments