drk_cookie (drk_cookie) wrote,
drk_cookie
drk_cookie

  • Mood:
  • Music:

[ER] - Destini Incrociati - Capitolo 25: Casa di Carter

Ho deciso che da oggi inizio il count down per la 15esima serie di ER. Perciò a oggi siamo a - 11. Evvai!!
Buona lettura.

 

CASA DI CARTER

“I just close my eyes, whispering

baby, blind love is true”

Bed Of Roses, Bon Jovi

 

 

“Sono stanchissima! Ma che ore sono?”

“Mezzanotte passata. Ho solo sette ore di sonno. Ti rendi conto?”

“Di sonno? Non credo proprio…”

“Non fare la furba. Tu domani dormi tranquilla ed io invece devo fare anche la notte… disperazione!”

“Su, su, prima o poi recupererai”

Kem andò in bagno a cambiarsi. Ormai le sue cose erano sparse in tutta la casa di Carter: spazzole e profumi vari sulle mensole del bagno, vestiti negli armadi della camera da letto e anche libri, scarpe e altro. A John sembrava non importare, anzi sembrava felice ci fosse qualcuno a riempirgli la vita. Kem era entusiasta: nuova vita, nuovo lavoro e… John. La città le sembrava troppo caotica, ma lì c’era tutto quello di cui aveva bisogno. Pensò alla sua relazione; era bello che lei potesse stare lì, ma una volta sistemata col lavoro, si sarebbe cercata un appartamento in affitto. Non voleva rovinare tutto correndo troppo.

“Kem? Hai finito?”

Lei uscì dal bagno e gli si avvicinò. Lui l’abbracciò e respirò il suo profumo. Chiuse gli occhi.

“Ti sei divertita?”

“Sì. Abby è carina e mi piace la sua ironia. Sono fortunata che tu mi abbia preferito a lei…”

“Sono io fortunato”

“E Luka, beh, assolutamente affascinante. Non ci vuole niente a perdere la testa per uno così!”

Carter si scostò e la guardò. “Devo preoccuparmi?”

“Nooo”

Kem si strinse ancora a lui, continuando a guardarlo, “anche perché io la testa già l’ho persa per un bel ragazzo, molto sensibile e dolce”, piccola pausa, “ti amo, John. Davvero. So che ci frequentiamo da poco, ma…”

John era incredibilmente felice. Ecco cos’è la vita. La baciò e si sentì vivere e morire nello stesso tempo.

“Anch’io ti amo. Oddio, non sapevo che ci si sentisse così. Dove sei stata tutto questo tempo?”

“Ad aspettarti, John. A cercarti ed ad aspettarti”

Fuori la notte era immobile. Sembrava quella di sempre, ma in una casa qualcosa di speciale era successo: due persone si erano trovate.


So che alcuni di voi non si aspettavano Carter, ma... amo deludere le persone.
*inserire risata malvagia*
Tags: character: john carter, fandom: er, long fic, long fic: destini incrociati
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

    Your IP address will be recorded 

  • 5 comments