drk_cookie (drk_cookie) wrote,
drk_cookie
drk_cookie

  • Mood:
  • Music:

[CSI: NY] - Dov'eri quando il mondo cessò? - Capitolo 14: Non è sempre come si dice

BASTA PIOGGIA!!! VOGLIO - PRETENDO - IL SOLE!!



14. Non è sempre come si dice

Sentiva, sulla nuca, lo sguardo di Danny. Smettendo di camminare, si girò verso di lui: “Lo so, lo so”

“È solo che è abbastanza strano vederti mentre cerchi di imitarmi. Sono io, generalmente, quello istintivo ed irrazionale. Sono io quello dal sangue caldo”

Flack non disse nulla, limitandosi a scrollare le spalle. Erano arrivati alla macchina.

“So che non è da me e da te – siamo uomini! – ma: ne vuoi parlare?”

Questo, gli strappò un mezzo sorriso: “Io faccio te e tu fai Stella. Come andrà a finire questa storia viste le premesse?”, sbloccò la portiera e si infilò nell’abitacolo. Danny lo imitò.

“Non sono gli omicidi, faccio questo lavoro da anni, ormai… è la situazione. Abbiamo due persone che vedono morire la persona che amano e, giustamente, entrano in depressione e si allontanano dagli altri. E gli altri cosa fanno? Si allontanano a loro volta. E, quando ‘sti poveretti cercano aiuto, trovano il call center delle banalità pronto per loro. Come si può voler vivere in un mondo del genere?”

Danny guardò l’amico seduto accanto a lui, “Noi non l’avremmo fatto, sai? Se Jess… lo sai, noi ti saremmo stati vicini”

“Danny, non è così semplice”, scosse la testa, con uno strano sorriso sulle labbra, “Pensi che la sorella di Buster non avesse voluto stargli vicino? Ed i genitori della seconda vittima? Ma se io mi allontano e metto distanza tra me e voi, volutamente, perché non mi va la vostra commiserazione, perché non voglio continuare a spiegare come mi sento, e vi ripeto – alla nausea – che va tutto bene, che ho i miei giorni difficili, ma che sto meglio, quanto tempo ci mettereste per crederci?”

A Danny non sfuggì l’uso della prima persona da parte di Flack. Si mordicchiò le labbra.

"Ok, non ne sei convinto… ti faccio un esempio, così lo capisci. Voi siete degli ottimi poliziotti, siete abituati a studiare gli altri e lo fate bene. Tu sai che sono comunque stato male per quanto successo a Jessica, che ho avuto il mio momento depressivo, ma quanto credi che sia stato profondo?”

Danny riflettè per qualche istante: “Credo che i primi giorni siano stati i peggiori, ma poi lei si è svegliata, i medici sono diventati ottimisti e tu hai cominciato a stare meglio”

“Sicuro?”

“Sì, ricordo che me lo hai detto quando…”, Messer si interruppe.

“Ok, i primissimi giorni stavo davvero uno schifo, anche a causa dell'incertezza dell'esito dell'operazione. Poi, è vero, Jess si è svegliata, ma io stavo ancora male. E voi continuavate a chiedere, con le migliori intenzioni, certo, ed io non ce la facevo più, ed allora ho cominciato a dire che stavo bene. Ma…”

“Hai mentito! Tu!”, Danny era scioccato. Non si sarebbe mai aspettato una cosa del genere.

“Guarda che non si trattava di una testimonianza per incastrare un assassino”

“Wow… mi dispiace”

“E per cosa?”

“Sono il tuo migliore amico. Tu per me ci sei sempre stato. E l’unica volta che avevi bisogno di me io non ho capito nulla”

“Non è un problema. Lucy era nata da poco e poi, anche se ti sconvolgi tanto, io sono un bravissimo mentitore…”

“Perché chi va con lo zoppo...”

“... impara a zoppicare. Certo, io rispetto ai nostri delinquenti mento molto meglio, ma tant'è”, Flack sorrise, più rilassato. Dopo aver scrollato le spalle come per allontanare il discorso appena affrontato, avviò la vettura e si immise nel traffico.

“Sai cosa ho letto su Wikipedia ?”, Danny, sollevato che l'amico sembrasse più tranquillo, decise di cambiare argomento. Anche perché il momento sentimentale era già durato troppo.

“Perché leggi Wikipedia ?”

“Ci sono notizie interessanti... comunque, secondo Wiki i detective possono mentire”

“Scusa?”, Don cominciò a ridacchiare.

“Perché stai ridendo?”

“Immaginati la scena in tribunale: 'Lei sta mentendo detective!' 'Secondo Wikipedia lo posso fare' 'Ah, allora...'”

“Non in quel senso! Si può mentire come tecnica per far confessare un sospettato! Smettila di ridere!”

Flack respirò a fondo un paio di volte per riprendersi: “Ok, ho smesso. Grazie”

“E di che...”, il telefono di Messer squillò, “Sì? Sì, Stella, stiamo rientrando... non proprio. Il fatto è che questo caso è costellato di individui inutili. Vi spiegheremo lì. Ci aspetta un po' di lavoro di ricerca. A dopo... cosa? È qui, perché? No, sta bene... ok, ciao”

“Cosa...”

“Apparentemente ha percepito vibrazioni negative provenire da te perché ha chiesto se stavi bene”

“Ma non è nemmeno qui!”

“Ma è Stella. Credo che ti aspetti un bell'incontro a due con lei”

Flack scosse la testa: “Stella... sai che non nemmeno dovuto dirle di Jess? Un giorno stavamo parlando del più e del meno e lei mi butta lì: 'ma, prima o poi, le chiederai di sposarti? Ad Angell, intendo'. Mi sono strozzato col caffè”

Stella sa tutto, come Mac”

“Sì, ma almeno lui non si impiccia troppo. Ed eccoci qui”

In giorni come questi quest'edificio mi dà un po' fastidio”

Lo capisco”

Scesero dalla macchina, facendosi quasi inghiottire dalla costruzione di fronte a loro.



Tags: character: don flack, fandom: csi: ny, long fic, long fic: dov'eri quando il mondo cessò?, pairing: flangell
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

    Your IP address will be recorded 

  • 0 comments