drk_cookie (drk_cookie) wrote,
drk_cookie
drk_cookie

  • Mood:
  • Music:

[CSI: NY] - Dov'eri quando il mondo cessò? - Capitolo 02: Entrino i testimoni


2. Entrino i testimoni


La donna aveva circa trentanni ed era abbastanza carina con i capelli castani ed il viso ricoperto di lentiggini. Flack annotò il nome, Sandra Poulson, sul fedele taccuino nero. A Mac la sua micro-torcia, a me il taccuino e la penna. Si concentrò sulla giovane.

“Ero in casa, io abito lì”, indicò una finestra illuminata al terzo piano del palazzo alle loro spalle, “Sa… io ed il mio ragazzo – ex-ragazzo – ci siamo lasciati da poco e, alla sera, ho sempre un po’ di ansia, quindi quando ho sentito quel rumore…”

“Ha visto che ore erano?”

“Mah… le due, credo. Due e mezza al massimo. Chris, oltre all’amore, mi ha rubato anche il sonno”

Flack decise di ignorare il commento della Poulson, ben sapendo che non c’entrava nulla col caso.

“E cos’ha visto?”

Sandra sembrò riflettere un attimo, il viso spigoloso inclinato verso destra: “Mhh… una macchina scura era ferma qui sotto. È sceso qualcuno ed ha scaricato qualcosa… sembrava un sacco. Ma non so”

“Altro?”

“L’uomo poi è risalito in macchina e se n'è andato sgommando a tutta velocità. Io me ne sono tornata a letto”

“Non le è sembrato strano quel…”, Flack girò indietro una pagina, fingendosi assorto a leggere, “… sacco?”

La ragazza fece una mezza smorfia: “Non particolarmente. Ho pensato potesse essere della spazzatura”

“Certo. È una cosa più che normale scaricare i rifiuti alle due di notte e ripartire di gran carriera sulla macchina”, Don sospirò, “La macchina… colore, modello?”

“Era scura, forse nera, forse grigia… non ho visto la targa, ed il modello… mhh… una Ford? No, ma io non me ne intendo di macchine… dopo tre anni ancora non sapevo che macchina guidasse Chris con precisione e poi…”

Il detective la interruppe, cercando di non suonare troppo scocciato: “E l’uomo?”

“Altezza media, non grasso… normale, insomma. Aveva una giubbetto scuro ed un paio di pantaloni. Scarponcini… o quelle scarpe da tennis un po’ ingombranti che vanno di moda. Credo avesse una berretta in testa. Non l’ho visto in volto”

Don si grattò la testa e prese nota. Dopodichè allungo un biglietto a Sandra: “Questo è il mio numero. Se dovessi ricordarsi di qualunque altra cosa non esiti a chiamarmi, ok?”

Lei afferrò il cartoncino bianco e sorrise, quasi teneramente, quasi arrossendo: “Certo, detective… Flack”

Don le fece un mezzo sorriso e, chinando delicatamente la testa, la salutò, allontanandosi. L’agente Smith gli si avvicinò: ”Quel tizio là dietro dice di aver visto la vittima vicino al cassonetto. Ci vuoi parlare?”

Flack fece spallucce: “Perché no? Magari ha visto qualcosa in più”

“Buonasera, sono il detective Flack e lei…”

“William Ramirez”, l’uomo, un piccoletto dagli occhietti neri e spiritati lo guardava con attesa.

“Allora… l’agente Smith mi dice che ha visto il corpo…”

“Sì, anche se non credevo che era un morto. Pensavo ad un sacco di rifiuti”

“E si è avvicinato?”

Il testimone scosse il capo con veemenza e spostò lo sguardo sui suoi piedi: curiosamente, indossava delle infradito verdi.

“No!”

Flack socchiuse gli occhi e studiò Ramirez: “È sicuro?”

“Claro que si”

“Va bene… qualcuno troverebbe rilevante l’ultilizzo improvviso della propria lingua madre, ma, Bill, lei è fortunato: io sono solo un detective sempliciotto”

William non disse nulla, ma Flack notò una lieve sfumatura di imbarazzo apparire sul suo viso.

“Tornando a noi: dopo aver stabilito  - da lontano – che quello era solo immondizia cosa ha fatto?”

“Io… mi sono allontanato e, dopo pochissimo, è passata la macchina della pula che è scesa e ha viso tutto”

“E la pula passando a, non so, dieci metri dal cassonetto si è accorta che quello era un cadavere. Devono essere stati poliziotti con lo sguardo da super eroi”

“Non lo so… ma io non ho fatto nulla!”, il testimone alzò la voce. Flack non si fece intimorire, anzi nascose un sorrisetto divertito.

“Va bene, va bene… questo è il mio biglietto. Se mai dovesse venirle in mente qualcosa, mi chiami. E non sparisca, mi raccomando”

Don guardò Rodriguez allontanarsi, e poi si strinse il setto nasale tra le dita: mi verrà un bel mal di testa… Lanciò un’occhiata ai due CSI ancora intenti a scattare foto e rilevare prove e decise di parlare con i suoi. I due agenti stavano confrontando e commentando le varie dichiarazioni più o meno dettagliate della folla.

“Molti non hanno visto nulla. Sono solo alla ricerca dei quindici minuti di notorietà”

“Gli unici 'affidabili' quindi sono la signorina Poulson ed il signor Ramirez…”

“E David Lewis, l’inquilino del secondo piano. Cioè, dice solo che ha sentito una macchina arrivare, frenare, sbattere le portiere, aprire e chiudere il baule e ripartire di filata”

“Molto simile simile a quello che mi ha raccontanto il signor Lux”, commentò Smith, riferendosi all'Asiatico a cui aveva fatto domande.  

“Alla fine quattro persone potrebbero aver visto, ma nessuno ha chiamato il 911… sono cose che danno soddisfazione”

“Che pessimismo stanotte…”

Flack si voltò di scatto, la voce di Danny a coglierlo di sorpresa: “Notte… ormai è mattina”

“Già, dev’essere intollerabile per te fare a meno del tuo sonno di bellezza”

“Mpfh”

“O forse è lo stress prematrimoniale?”

Don chiuse gli occhi, colpito in pieno dall'emicrania: “Diciamo che il pensiero che oggi devo richiamare il servizio catering non mi rende felice”

“Non sono cose che spettano alla futura sposa queste?”

“No, quando la futura sposa fa la detective… si divide lo sbattimento”, Flack occhieggò le buste che Danny stava stringendo in mano, “Laboratorio?”

“Yup… ci vediamo lì?”

“Sì, speriamo di trovare qualche pista. Nel frattempo cerco di dare un’identità alla nostra vittima”

“Ok, il primo che sa qualcosa avvisa l’altro”

“Affare fatto”

I due si divisero, diretti ai posti in cui avevano parcheggiato le macchine. Flack si augurò di trovare presto il colpevole. 
 
Tags: character: don flack, fandom: csi: ny, long fic, long fic: dov'eri quando il mondo cessò?, pairing: flangell
  • Post a new comment

    Error

    Anonymous comments are disabled in this journal

    default userpic

    Your reply will be screened

    Your IP address will be recorded 

  • 0 comments